[ d e e p P u r . p l e ) The Highway Star

Deep Purple in Milano 16.7.1999

Alle cinque eravamo gi l ad aspettarli davanti al cancello B. Dopo il taglio della catena (non c'era la chiave!) una corsa ed eccoci l a circa tre metri dal palco. Dopo cinque ore di attesa...ECCOLI!!!
Ci danno subito un assaggio con un introduzione. "The boys are back in town", per poi cominciare il concerto vero e proprio:
- Pictures of home: ottimo inizio di Ian P. e grande assolo di Roger
- Ted
- Strange kind of woman: grande duello chitarra-batteria!!
- Bloodsucker: ottima versione
- 69
- Woman from Tokyo: incredibili, grande voce di Ian
- Sometimes I feel like screaming: insuperabile Steve
- Watching the sky
- Space truckin': forse inaspettata ma sempre bellissima
- Lazy: piccola intro ma grandi assoli( ottimo Ian all'armonica)
- Solo Steve: INSUPERABILE STEVE!!!!
- Smoke on the Water: eccezzionali
- Solo Jon: passano gli anni ma lui sempre grandissimo, GRANDE JON
- Perfect strangers:bel solo di Jon nel finale
- Speed King:INCREDIBILI, grande solo di Ian P. e Roger ma il duello Ian G.-Steve faceva impressione (bell'imitazione della gallina da parte di Ian G.)
BIS
- Black Night: unici, grandiosi
- Highway star: un finale da sogno, gandi soli di Jon e Steve

Questa stato il mio primo concerto dei mitici Deep (secondo me meglio ancora di Olympia `96) e mi sono sembrati tutti in forma smagliante:
-Ian G. con i capelli corti e i pantaloncini Perch non hai cantato Child in Time???)
-Roger mi ha stupito con i suoi assoli
-Steve stato qualcosa di indescrivibile(GRANDE!!)
-Jon in mezzo ai soi hammond stato grandioso (anche se con i capelli bianchi...)
-Ian P. :ma come fai acora a suonare cos divinamente???
-Ian G.:La voce c' ancora, la voce c' ancora!!!
Ci avete fatto sognare: CONTINUATE COSÌ!

Luca Bariffi


[ reviews | the highway star ]