[ d e e p P u r . p l e ) The Highway Star

One very hot night!!!

Ecco la recensione di un concerto da parte di tre ragazzi del Cosentino (Calabria) che hanno fatto 1600 km per ammirare dal vivo i Purple!!!!!

Il FROGSTOCK FESTIVAL prevedeva di avere un gran successo il 30/08/2001, avendo in programma una data della leggendaria band, pietra miliare dell'hard rock, ma le migliore aspettative si sono rivelate essere molto lontane dalla realt -> : Ian Gillan stato "costretto" definire l'accoglienza, il pogo e il calore degli oltre 8 mila presenti, "superbe, incredible".

La band ha ripagato tale pubblico con un energia devastante con in prima linea Steva Morse che dal vivo non teme confronto con sua maest -> Blackmore riuscendo ad essere molto pi coinvolgente e prorompente.

Peccato per l'assenza di Mr. Lord e per la voce di Ian, non nella migliore forma, che spesso veniva coperto da una folla che gridava ha squarciagola lungo tutta l'esibizione del repertorio ormai affermatissimo dei Purple. Il concerto durato circa un'ora e quaranta ed stato aperto da "Woman From Tokyo" ed poi proseguito con un ottimo mix fra il repertorio della Mark II e l'era Morse, peccato per il mancato inserimento di "Child In Time"!!!!

Ecco le canzoni che spero di ricordare bene a memoria:
Woman From Tokyo
Ted The Mechanic
Mary Long
Lazy
No One Came
Fools
Guitar solo + piano solo + Perfect Strangers
When A Blind Man Cries
Smoke On The Water
Speed King
Black Night
Hush
Highway Star

Se i Purple continueranno a regalarci serate come queste speriamo che Dio doni loro l'immortalit -> . Grazie Ian, Roger, STEVE, Don e Ian, Grazie Riolo per l'ammirevole partecipazione !!!

Gianpiero Lo Feudo


[ reviews | the highway star ]